info@applicativicad.it

Un ambiente applicativo integrato CAD

Costruito sulle specifiche tecniche e produttive di ogni singolo Prefabbricatore. Organizzato in "moduli" utilizzabili in modo complessivo o singolarmente. Con un alto livello di funzionalità interattive, esso realizza di fatto il sistema informativo tecnico del produttore.

Applicazione modulare, completamente personalizzata, per tutte le Aziende produttrici di componenti costruttivi prefabbricati.


Seguendo la naturale evoluzione dei prodotti CAD verso strumenti di progettazione assistita mirati, grazie all'esperienza pluriennale maturata nella realizzazione di prodotti su misura è stato sviluppato un linguaggio ad oggetti all'interno della grafica di Autocad.


Con questo linguaggio, che abbiamo battezzato con il nome SISTEMA e che vive all'interno di Autocad, vengono realizzate tutte le funzionalità personalizzate richieste da ogni singolo prodotto e che nel settore della progettazione assistita (CAD) possono essere riassunte nei seguenti punti:

- generazione della grafica,
- sviluppo dei calcoli,
- gestione dei dati.

 

Ogni progetto viene trasformato in un sistema organizzato ad oggetti

La composizione architettonica viene guidata e velocizzata dai "Distributori dei componenti". Distributori di pilastri, travi,coperture,pannelli

I componenti, manipolabili individualmente o a "gruppo" selezionato in modo interattivo, consentono di definirne tutte le caratteristiche morfologiche, di armatura e di accessori

Database di supporto per il reperimento dei dati e salvataggio dei risultati del progetto

Interfaccia utente generalizzata per tutte le operazioni di editing, verifica, aggiornamento

Sviluppo personalizzato degli esecutivi di produzione

Sviluppo personalizzato dei computi

Trasformazione della composizione in formato tridimensionale
  • FASE 1 - Il Distributore dei pilastri

    Consente:
    - Di distribuire in modo automatico gli oggetti pilastri secondo specifici valori di interasse e di luce. Anche con valori differenti interasse per interasse e luce per luce.
    - Di creare la struttura di riferimento delle viste con l'ottenimento di una impaginazione automatica del progetto.
    - Di posizionare il cartiglio con i dati di default.
  • FASE 2 - La manipolazione interattiva dei pilastri

    I singoli pilastri possono, a piacere essere:

    - spostati
    - modificati nelle loro caratteristiche
    - implementati con testate, mensolature, armatura, accessoristica etc.
    - duplicati con caratteristiche diverse.


    N.B. Le modifiche e/o implementazioni possono essere operate a piacere su un singolo elemento o su gruppi di elementi individuati in modo interattivo (comandi di selezione previsti da Autocad).
  • FASE 3 - Il Distributore delle travi

    Ogni tipologia di trave può necessitare di un proprio distributore per consentire allo stesso di realizzare logiche diverse nella sua funzione di posizionamento e di assegnazione dei valori di default ai parametri che caratterizzano l'elemento stesso. Avremo pertanto distributori di travi di imposta (travi LTR, travi canale, etc) e distributori di travi di copertura (travi a doppia pendenza). I distributori di travi di imposta sviluppano la loro funzione orientando le travi secondo la linea degli interassi che condiziona anche la lunghezza delle medesime, quelli di copertura distribuiscono gli elementi ortogonalmente alla linea degli interassi.
  • FASE 4 - La manipolazione interattiva delle travi

    Le singole travii possono, a piacere essere:

    - spostate
    - modificate nelle loro caratteristiche
    - implementate con testate, mensolature, armatura, accessoristica etc.
    - duplicate con caratteristiche diverse.


    N.B. Le modifiche e/o implementazioni possono essere operate a piacere su un singolo elemento o su gruppi di elementi individuati in modo interattivo (comandi di selezione previsti da Autocad).
  • FASE 5 - I Distributori dei solai

    Consentono di distribuire ogni tipologia di solaio sulle porzioni di superfici individuate dalle travi di appoggio. Possono avere solo funzioni di posizionamento degli elementi di solaio od anche realizzare fasi di calcolo attraverso le quali viene individuata l'armatura degli stessi. In questo caso viene documentato un posizionamento di tegoli Doppio T accostati
  • FASE 6 - La distribuzione delle coperture

    Le coperture sono gli elementi che tendono a caratterizzare la tipologia del prefabbricato. Pertanto i distributori sono specifici per ogni tipologia riuscendo a gestire il posizionamento di più elementi contemporaneamente nel rispetto delle regole di composizione previste dal prefabbricatore. Nell'esempio riportato sono previsti tre componenti contemporanei Infatti viene abbinatoun elemento tegolo Doppio T con un elemento a Shed ed un elemento capolino.
  • FASE 7 - La distribuzione dei pannelli orizzontali

    Questo distributore opera da interasse pilastro a interasse pilastro, consentendo il posizionamento dei pannelli dal basso verso l'alto. E' possibile realizzare in automatico configurazioni che consentono la distribuzione dei pannelli con presenza delle finestre a nastro e/o presenza di portoni. Oppure configurazioni speciali che mescolano la presenza di pannelli verticali con pannelli orizzontali.
  • FASE 8 - La distribuzione dei pannelli verticali

    Questo distributore opera da punto a punto, consentendo il posizionamento dei pannelli da sinistra verso destra. E' possibile manipolare interattivamente la spartitura per ottenere la configurazione delle larghezze dei pannelli che si desidera.
  • FASE 9 - La manipolazione interattiva dei pannelli

    Come per ciascu elemento presente nel progetto è possibile intervenire per:

    - spostarli.
    - modificare le loro caratteristiche.
    - implementare con aperture, scantonature linee di fuga accessoristica varia.
    - duplicare con modifica delle caratteristiche.


    N.B. Le modifiche e/o implementazioni possono essere operate a piacere su un singolo elemento o su gruppi di elementi individuati in modo interattivo (comandi di selezione previsti da Autocad).
  • FASE 10 - La generazione delle distinte

    Una volta completata la composizione del progetto si:

    - salva l'intero progetto nel database (SalvaDb).
    - procede alla siglatura dei componenti (BackAnnotation).


    Tramite la tabella di computo aggiornata con l'intero progetto si procede alla stesura delle tabelle grafiche ed alfanumeriche (una per ogni tipo di componente). Le tabelle sono personalizzate in funzione delle esigenze dell'Azienda e possono essere utilizzate come: distinte di produzione, computo per l'analisi dei costi e distinte di preventivazione.
  • FASE 11 - La generazione automatica degli esecutivi di produzione

    Una volta completata la composizione del progetto si:

    - salva l'intero progetto nel database (SalvaDb).
    - procede alla siglatura dei componenti (BackAnnotation).


    Quindi, tramite la tabella di computo, per ogni tipologia di elemento vengono sviluppati gli esecutivi di produzione completamente personalizzati sulle specifiche del Prefabbricatore.
  • FASE 12 - La creazione automatica di rappresentazioni 3D

    In modo integralmente automatico l'intero progetto può essere trasformato in una rappresentazione tridimensionale. Questa opzione consente di arricchire la documentazione da presentare melle fasi di offerta del progetto.
ApplicativiCAD srl
Via Pio La Torre, 8 - S. Lazzaro di Savena (BO) - tel/fax 051/6257165 - P.iva: 04154860375